laurarinellapsicologoromanordDott.ssa Laura Rinella  Psicologa Psicoterapeuta                                                  Iscr.Ordine Psicologi Lazio n. 6246
Via Rubicone, 27 Roma Nord Quartiere Trieste
cell.344 2956766 mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

cell2 344 2956766 mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Home
  • Fobia-Cura delle fobie psicologo Roma Nord

 

Psicologo roma nord fobie

psicoterapia fobia Roma NordLe fobie, la paura, l'evitamento fobico. Psicoterapia fobie
 
Chi soffre di una fobia avverte una paura esagerata, costante, immotivata per oggetti o situazioni presenti o attese.
Il comportamento che mette in atto la persona fobica è l'evitamento dell'oggetto della fobia, una strategia che, se previene o allevia l'ansia avendo "scampato il pericolo", finisce per rinforzare la paura,  mantenere, alimentare, cronicizzare  il problema. Tipica della fobia è l'ansia anticipatoria che  compare anche molto tempo prima al solo pensiero di dover poi affrontare la situazione temutaMa quali sono le fobie più diffuse e come si curano?
Una novità consolidata a livello scientifico che adotto per il trattamento delle fobie è l'utilizzo della realtà virtuale associata alla psicoterapia tradizionale sistemica per l'ansia.
 
Le fobie specifiche 
 
La fobia specifica riguarda un particolare oggetto o situazione.
Le fobie sono numerosissime e  possono riguardare animali, ambienti o situazioni.
Alcune fobie sono davvero insolite e poco conosciute. Le più comuni e diffuse si riferiscono  ad animali come  esempio insetti, cani, uccelli, topi , serpenti...
Altre hanno per oggetto  contesti come ad esempio la fobia sociale e situazioni  come altezze, luoghi chiusi-claustrofobialuoghi aperti -agorafobia-, guidare automezzi, aereo, temporali, malattie, contagio, sangue, iniezioni.
 
Le fobie possono essere più o meno invalidanti secondo la probabilità che la persona ha di venire a contatto diretto con lo stimolo fobico.
Se pensiamo ad esempio a chi nel nostro paese avesse la fobia dei serpenti, possiamo facilmente dedurre che questo tipo di fobia non è invalidante, date le probabilità quasi nulle che si hanno nell'incontrare da noi questo animale.
Ma ipotizziamo ad esempio una persona con la paura di guidare (amaxofobia) che per raggiungere il luogo di lavoro debba forzatamente usare l'autovettura. O che comunque abbia necessità di spostarsi con la macchina per altre ragioni, viaggi, vacanze, motivi familiari.
A causa della sua fobia  sarà costretta a usare altri mezzi e magari a spostamenti lunghi e faticosi,  rinunciando ad usare la macchina - mettendo così in atto una tentata soluzione, l'evitamento.
Oppure se non ne può fare a meno guiderà con un'ansia molto intensa che può sfociare anche in un attacco di panico.
 
Ecco come la  fobia diventa  davvero invalidante e rischia di intrappolare la persona.
Per fortuna la fobia può essere affrontata e risolta, liberando la persona che ne soffre da severe limitazioni della sua qualità di vita.
 
Una psicoterapia attiva e  mirata associata secondo il caso specifico alla realtà virtuale è la strada più opportuna per liberarsi dalla propria fobia e dai limiti che impone, anche in tempi brevi; un lavoro efficace volto a portare la persona ad affrontare gradualmente  ciò che teme.
 
BIBLIOGRAFIA : Autori Vari,  Manuale clinico di terapia familiare -Processi relazionali e psicopatologia, Franco Angeli
Nardone, Paura, panico, fobie, Ponte alle Grazie

 

 

fobiasocialepsicologoromanordLA FOBIA SOCIALE

La fobia sociale riguarda  la paura immotivata  e di grado elevato di situazioni sociali di cui si può essere  partecipi o   nelle quali si è tenuti e a eseguire una determinata performance che può essere oggetto di giudizio. La paura è quella del giudizio negativo, di sbagliare, di fare una pessima figura.

Caratteristiche della fobia sociale sono 

  • l'ansia anticipatoria ovvero quella che anticipa, anche di parecchio tempo, la situazione ansiogena.
  • l'evitamento, cioè non si affronta la situazione sociale  temuta, ma la si evita. Questa "strategia" è del tutto disfunzionale poiché può placare al momento l'ansia ma non la risolve. L'effetto successivo e duraturo è quello del rinforzo. Più si evita, più si alimenta e si conferma la  paura

Oppure se ci si espone alla situazione temuta la si vive con estrema ansia, disagio perché si pensa che siano tutti li pronti ad osservarci e  giudicarci. Si finisce così per comportarsi in modo poco naturale o guardingo arrivando proprio a ottenere quegli effetti che si  temevano. Analogamente, in caso di prestazioni da eseguire,  l'intensità dell'ansia può  inficiarle rendendole scadenti. Frequenti i  vuoti di memoria, la confusione mentale o i  sintomi vegetativi.

La forma più estrema di fobia sociale è  la  fobia sociale generalizzata  comprendente la quasi totalità delle situazioni sociali.  Evidenti  in questo caso le forti ripercussioni sulla vita di chi ne soffre. Un'esistenza povera di occasioni, limitata e bloccata, isolata.

In ogni caso la fobia sociale causa disagio e si ripercuote negativamente sulla qualità di vita della persona, anche in modo severo quando il disturbo è di grado  elevato.

Carente autostima, senso di inadeguatezza personale, sono solo alcuni dei possibili elementi  che fanno spesso da sfondo a questo tipo di disturbo che può essere comunque affrontato e curato.

La psicoterapia previa valutazione specialistica  diretta è indicata per  superare la fobia, ritrovare  benessere e migliore qualità di vita.

BIBLIOGRAFIA : Autori Vari,  Manuale clinico di terapia familiare -Processi relazionali e psicopatologia, Franco Angeli
Nardone, Paura, panico, fobie, Ponte alle Grazie
Come superare Ansia/Panico/Doc/Fobie

Come superare Ansia/Panico/Doc/Fobie

Come superare i disturbi d'ansia - Quali i trattamenti indicati per gestirli e risolverli?
Uscire dalla depressione

Uscire dalla depressione

Le varie forme depressive, le ricadute sulla qualità di vita, sulle relazioni, sulla famiglia e sul lavoro. Come curare la depressione.
Come affrontare i conflitti di coppia e familiari

Come affrontare i conflitti di coppia e familiari

Cosa fare quando quando la coppia è in crisi? E quando i conflitti in famiglia sono ingestibili?
Come gestire le difficoltà nel rapporto genitori figli

Come gestire le difficoltà nel rapporto genitori figli

Incomprensioni, conflitti, mancanza di dialogo possono rendere molto difficile la relazione con i nostri figli. Come fare per superare le criticità?

psicologo

           Dott. Laura Rinella Psicologa Psicoterapeuta

                     Via Rubicone, 27 - quartiere Trieste - 00198 ROMA

            Cell. 344 2956766

           Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

   

gtag('config', 'UA-60001338-2');